Sono un fotografo di Emozioni, un bravo marito, un padre supereroe e un figlio modello. (Ovviamente è tutto vero 🙂 )

Chi sono


Ciao sono Luca, un Fotografo di Matrimonio di Benevento disponibile in tutta Italia.

Sono diventato un Fotografo di Matrimonio perché amo fotografare le persone e perché nessun altro giorno contiene tanto amore, risate e lacrime.

Mi avvicino ad ogni matrimonio con occhi nuovi, pronto a catturare i momenti reali e le emozioni, per creare qualcosa di veramente unico.

Il mio stile è Naturale, Originale e Emozionale.

Ecco un pezzo dell’intervista su MyWed. Giusto per conoscermi meglio.

 

—Descriviti in poche righe

Non credo nell’oroscopo, ma un gatto nero che mi taglia la strada mi fa arrestare immediatamente.

Credo che la matematica sia come la materia oscura.

Mi piacciono gli spaghetti e la pizza, ma cerco di non mangiarli contemporaneamente.

Sono dipendente da Netflix e dalle Serie TV

Faccio sempre tardi la notte.

Odio e amo il mio iMac.

Adoro fotografare le persone.

—Sei fotogenico?

—Certo che sono fotogenico… come un cane bagnato dopo una giornata di pioggia. 🙂

—Come sei entrato nell’industria della fotografia?

—Per caso… Una mia cara amica mi ha chiesto di fotografare il suo matrimonio e addirittura le sono piaciute le mie foto. In un primo momento ho pensato che lei fosse pazza e priva di gusto e dopo qualche anno lo continuo ancora a pensare.

—Secondo te, quali sono le componenti più importanti di una bella foto?

—Buona Luce, una buona composizione e soprattutto qualcosa di interessante.

—Ti piace viaggiare?

—Mia moglie mi definisce un girovago di professione. Sono sempre con la testa sul prossimo viaggio e sulla prossima fotografia.

—Che cosa ti piace di più nella tua professione?

—Il contatto con le persone. Adoro fotografare le persone, i gesti, le espressioni, catturare gli attimi della vita.

—Come gestisci la critica?

—La critica? Tutti mi amano e mi osannano. Più o meno la stessa cosa che disse Giulio Cesare prima di essere accoltellato. 🙂

—Quali criteri dovrebbe utilizzare un cliente per scegliere un fotografo?

—Scegliere il fotografo che più vi rappresenti, che vi emozioni con i suoi scatti e che abbiate un buon feeling. Sicuramente il prezzo non dovrebbe essere il solo criterio principale, ma molto spesso lo è.

—Che cosa non è ammesso durante la ripresa fotografica?

—le dita nel naso. 🙂

—Quali dettagli, che solitamente passano inosservati, riesce a notare un fotografo?

—Buona parte del mio lavoro consiste nel passare tutto il giorno ad osservare le persone che mi circondano cercando sempre qualcosa di interessante e uno spunto creativo ed emozionante.

—Che cosa influisce sul valore di una foto? Quali sono le sue componenti?

—luce, colori, sensazioni, inquadrature, sentimenti, odori, espressioni…. Tutto quello che ci circonda e il nostro stato.

—Chi vorresti fotografare?

—Adoro le persone, quindi fotografo già quello che voglio. Anche se le modelle di Play Boy sarebbero dei soggetti interessanti 🙂

—Hai qualche tabù professionale?

—amo troppo la libertà per limitarmi con dei tabù.

—Che cosa ti fa preoccupare e perché?

—Sono un marito e un padre di tre piccole pesti, non ho abbastanza spazio per questa risposta.

—Se tu fossi un personaggio di cartone animato, libro o film, chi saresti?

—Sarei di sicuro un incrocio tra Dylan Dog e Gruco Marks

—Chi ti ispira nella vita e perché?

—Sono aperto a qualsiasi contaminazione. Imparo molto di più io dai miei figli che il contrario.

—Preferiresti essere amato o rispettato?

—l’Amore salverà il mondo!

—Tra i gadget che possiedi, c’è qualcosa che vorresti non aver comprato?

—sono un compratore impulsivo e ossessivo. ma finisco sempre per fotografare con le mie due lenti preferite e lasciare tutti i gadget a casa.

—Che formazione professionale segui per fare fotografie migliori?

—Buona parte dei miei guadagni li reinvesto in formazione. Frequento circa 10/15 corsi di formazione ogni anno

—Il lavoro di chi ha avuto la maggiore influenza su di te come fotografo?

Roberto Panciatici

—Se potessi tornare nel passato, che cosa faresti in modo diverso?

—Amo maledettamente cambiare… quindi rifarei tutto in modo diverso. Sono ossessionato dal cambiamento.

—Che cosa pensi della vita su altri pianeti?

—L’unica cosa di cui sono sicuro che la mia testa è sempre tra le nuvole.

—Chi sono i tuoi eroi?

—Mio padre!

—Per chi non hai rispetto?

—Il raffreddore… siamo acerrimi nemici.

—Che cosa fai nel tuo tempo libero?

—Scatto fotografie, leggo libri, cammino, corro e riscatto fotografie.

Qual’è il tuo migliore lavoro?

—Il Prossimo

—Credi nei ruoli tradizionali di donne e uomini?

—Certo che no, il cambiamento è dentro di noi, quindi i ruoli sono fatti per essere infranti.

—Fai facilmente amicizia?

—Sono biondo, simpatico e con gli occhi azzurri. Praticamente sono una calamita per le nonnine. 🙂

—Dove ti piacerebbe vivere?

—Ogni anno in un posto diverso.

—Qual è stata la cosa più stupida che hai accettato di fare?

—Potrei scrivere un enciclopedia

—Ti piacciono i cani o i gatti?

—Ho sempre avuto cani da caccia e l’unico gatto che abbia mai avuto ha cercato di graffiarmi in un occhio.

—La cosa migliore nella vita è:

—Spaghetti al pomodoro, anche se la pizza ci si avvicina molto

—C’è qualcosa intorno a te che vorresti cambiare?

—A parte me stesso, per il resto mi accontento.

—Che cosa vorresti cambiare nel mondo?

—il cibo italiano all’estero.

—Puoi dare alcuni consigli ai fotografi alle prime armi?

—Leggere infiniti libri di fotografia, lasciarsi contaminare e restare sempre umili.

—Se dovessi essere invitato a girare un film, di che genere sarebbe?

—comico, non c’è nessun dubbio.

 

Adesso che mi conosci meglio, mi piacerebbe conoscere la tua storia d’amore.

Contattami ora al 335 5329111